Jeff Buckley. So real
Title:      Jeff Buckley. So real
Categories:      Ritratto, Musica/Danza/Teatro
BookID:      108
Authors:      Merri Cyr
ISBN-10(13):      8894013006
Publisher:      Wall of Sound Gallery
Publication date:      2014-09-17
Number of pages:      96
Owner Name:      Super User
Owner Email:      webmaster@fotolibri.it
Language:      English
Price:      21.74 EUR
Rating:      0 
Picture:      cover           Button Buy now Buy now
Description:     

Con testo introduttivo di Guido Harari. "Jeff Buckley, la voce più sensuale di tutti i tempi , era nato nella contea di Orange, in California, nel 1966. È morto annegato a un’età tragicamente giovane il 29 maggio 1997. Quando emerse sulla scena dell’avanguardia musicale newyorkese, all’inizio degli anni Novanta, ne rimasi subito conquistato e, come me, la critica, i musicisti e il pubblico di tutto il mondo. Ricordo di aver avuto la netta sensazione che quella musica avrebbe segnato una svolta e che ci trovavamo di fronte a qualcosa di assolutamente unico e originale. Quando ascoltai l’EP Live at Sin-é e il monumentale album Grace, provai un’emozione e un’esaltazione tali che non vedevo l’ora di incontrarlo e di ascoltarlo dal vivo. L’occasione si presentò nel 1994, durante il suo primo tour italiano.  Avevo già visto diverse foto di Jeff scattate da Merri Cyr: erano ovunque, sulla stampa e su tutte le copertine dei suoi dischi. Erano schiette, ironiche, sperimentali, a loro modo dolcemente iconiche e, soprattutto, lasciavano intuire una speciale alchimia tra la fotografa e il suo soggetto. Eppure non ne conoscevo ancora la storia. L’amicizia tra Merri e Jeff era iniziata con un servizio fotografico estemporaneo, che aveva convinto il musicista a reclutarla come fotografa ufficiale dei suoi dischi e delle sue tournée. In poco tempo, armata di macchina fotografica, Merri fu libera di fotografare ogni istante di quella vita on the road; quelle immagini riflettono la volontà di Jeff di documentare la propria esistenza, oltre alla sua totale devozione nei confronti della musica e all’intensità con cui bruciava una vita spesso sormontata dal mito di un padre musicista che a malapena aveva conosciuto. I due dettero vita quasi immediatamente a una delle collaborazioni artistiche più solide nella storia della musica, all’insegna della fiducia reciproca. Gli unici altri esempi che mi vengono in mente sono quelli di Astrid Kirchherr con i Beatles ancora sconosciuti del periodo di Amburgo, di Annie Leibovitz con i coniugi Lennon, oppure, a un livello completamente diverso, quella di Philip Halsman con Salvador Dalí. Anche il loro è stato un connubio altrettanto fortunato. Con la mostra Jeff Buckley. So real, Wall Of Sound Gallery è felice e onorata di esporre, per la prima volta in Italia, in occasione del ventesimo anniversario dello storico album Grace, le toccanti e personalissime fotografie di Merri Cyr. Una cinquantina di foto cui se ne aggiungono altre che presentiamo in questo volume, molte delle quali mai o raramente esposte prima. Esse tracciano l’ascesa al successo di Buckley e documentano la sua rapidissima carriera, offrendo una visione sorprendentemente personale di una delle più misteriose leggende musicali di tutti i tempi. E sì, Jeff, «I know everybody here wants you». Oggi più che mai." (Guido Harari / Wall Of Sound Gallery) real

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie.